_

FaceBookHitList.com

Always Free To Place a Hit On Someone

_  

Batteria per PC portatile LENOVO ThinkPad X230 Tablet

Qualche giorno fa abbiamo pubblicato la recensione relativa al modello Oris 30, uno dei prodotti più interessanti di Akura e dotato di P4m e GPU GeForce 4Go.Il Sidus 40, oggetto di questa recensione, è un modello profondamente diverso dall' Oris 30. Per non restare delusi bisogna necessariamente fare una premessa circa il target di questo prodotto. Come potete notare dalla scheda tecnica, il portatile è dotato di un chip video ATI Radeon M6 non proporiamente l'ultima generazione di GPU ed effettivamente nel 3D questo gap si può far sentire. La CPU è invece un Pentium 4 Willamette, quindi dotato di 259Kb di memoria cache L2. L'utente tipo di questo prodotto non può certo essere colui che ricerca prestazioni esasperate nel 3D, ma piuttosco colui che all'interno dei software per la produttività personale cerca elevata potenza di calcolo.

La gamma di notebook proposta da IBM viene chiamata Thinkpad ed al suo interno si articola in varie sottofamiglie così diversificate:ThinkPad X series, caratterizzato da un package molto compatto e da un peso ridotto. Al momento questa serie è dotata di processori Pentium III Mobile, ma è ipotizzabile un imminente aggiornamento della cpu. ThinkPad T series, ottimo compromesso tra elevate prestazioni e portatilità. I notebook di questa serie sono equipaggiati con cpu Pentium 4 mobile e chip video Ati Radeon 7500 mobility. Integrano un modulo wireless wi-fi. ThinkPad R series, quando anche il prezzo ha la sua importanza, in questa serie è possibile trovare dei validi modelli. Le cpu sono molto potenti (Pentium 4 mobile); un po' meno performanti i chip video (Radeon 7000 mobility). ThinkPad A series, categoria che comprende i desktop replacement di IBM. Sono equipaggiati con display da 15" ed alcuni di essi utilizzano come sottosistema video il chip ATi Mobility FireGL 7800; tale soluzione è adatta alla progettazione CAD e trasforma il notebook in una workstation. Il notebook oggetto di questa recensione è il modello IBM ThinkPad T30, un prodotto i cui sviluppatori hanno saputo far coesistere esigenze di estrema portatiltà con la richiesta crescente di potenza di calcolo disponibile. La scheda tecnica dettagliata è disponibile a questo indirizzo.

A queste tre macro categorie si aggiunge ora la nuova famiglia M2, caratterizzata da un ottimo compromesso tra performance e portatilità. Questi notebook sono dotati di cpu dalle elevate prestazioni, chip video di ultima generazione, ma sono estremamente leggeri ed in grado di fornire un'autonomia decisamente notevole.Nei mesi scorsi abbiamo recensito in queste pagine due prodotti particolari: si trattava dei Desknote Ibuddie4 e XP, i famosi sistemi "non-portatili" perchè privi di batteria. In questo articolo analizzeremo, invece, un prodotto che fa della sua estrema portatilità il punto di forza. Si tratta del sistema portatile Toshiba Portègè 2000, un notebok low profile che pur non offrendo una configurazione particolarmente spinta, punta sulle dimensioni estremamente contenute e compatte e sul peso veramente esiguo.Prima di addentrarci nella descrizione del prodotto passiamo in rassegna le principali classi di Notebook offerte da Toshiba:

Nel mondo informatico qualche anno fa fece la sua comparsa lo standard mp3, artefice di una vera rivoluzione destinata a sconvolgere il mercato della discografia e ad inventare un nuovo modo di ascoltare musica attraverso il computer. In effetti, pensandoci bene, agli inizi era proprio così: era possibile scaricare dalla rete files mp3 o crearsene utilizzando software adatti, partendo magari da CD di cui si era già in possesso.I vantaggi? Sull'hard disk era possibile avere molta più musica, in ragione di una decisa riduzione dello spazio occupato da files dotati di estensione mp3 (fino a 10 volte meno ingombranti del corrispondente .wav). Le cose con il tempo sono cambiate, complice anche la diffusione dei masterizzatori. Il "fenomeno mp3", che all'inizio aveva stupito e incuriosito molti, cominciava a fare paura alle major discografiche, sempre più preoccupate dall'incredibile diffusione in rete di files dotati di questa estensione.

L'utilizzatore medio infatti considera la qualità dei files mp3 pienamente soddisfacenti, a discapito del tradizionale (e soprattutto costoso) CD originale. Il resto è storia recente (come dimenticare la vicenda Napster?), contraddistinta malgrado tutto da una diffusione del formato mp3 davvero globale.Dopo un periodo di incertezza, molte case produttrici di hardware hanno pensato bene di sfruttare economicamente il fenomeno, proponendo al pubblico dei veri e propri lettori mp3, capaci di riprodurre questi files al di fuori dell'ambito PC.Nelle conclusioni troverete un rapido riassunto delle tipologie di lettori mp3 presenti attualmente sul mercato; in questa recensione ci occuperemo di uno di questi lettori basato su memoria statica, il modello Crown prodotto da Hansori (Corea) e reperibile in alcune catene e negozi on-line.Come visibile sul sito ufficiale, il catalogo è composto da pochi prodotti capaci però di offrire una elevata completezza di gamma, in grado quindi di soddisfare le specifiche esigenze dei differenti utenti. Mobile Quality commercializza prodotti con marchio Akura e presenta una gamma così articolata :

Akenza Up: soluzione ideale per chi ricerca un notebook completo e potente, dotato di Pentium 4 Mobile, ampio display e Memoria DDR SDRAM a 200 MHz. E' il top di Akura in termini esclusivamente prestazionali.Oris 30: un vero e proprio "gioiello di tecnologie", basato su una cpu P4m a 1,8 GHz e un chip video Nvidia Ge-force4 GO con 32 Mb. Dotato di porta Fire Wire ed accessoriabile con modulo Lan wireless 802.11bSidus 40: soluzione potente e completa, basata su cpu P4 (willamette) e chip video Radeon M6; una valida alternativa per chi necessita di un notebook potente, ma non può disporre di budget elevatissimiFolio 30: soluzione ideale per chi non necessita di prestazioni esasperate,basata su una cpu rispettabile quale il P3 Mobile da 1GHz. Notevolissima dote di questo pordotto è il peso: solo Kg. 1.7!Pegaso: questo modello costituisce il gradino più basso della gamma, in grado comunque di accontentare una gran quantità di utenti. Il notebook è basato su una cpu Intel Celeron o Pentium III ed è dotato di un display da 14.1" o 15" XGA; notevole l'integrazione in un notebook appartenente alla fascia inferiore della gamma, di una porta Fire Wire IEEE 1934

Il soggetto di questa recensione è un notebook Oris 30, che ha catturato la mia attenzione in particolar modo per l'ottimo chip video di cui è dotato: il Ge-force4 GO di nVidia che con il Radeon 7500 Mobility costituisce l'attuale riferimento per il chip video nel mobile computing. Il sito di Mobile Quality è molto ben organizzato e semplice da navigare, mi sembra quindi inutile riportare qui la scheda tecnica del prodotto e vi invito a consultare tali dati a questo indirizzo.Recensito in questo articolo un prodotto della casa statunitense Motorola. Si tratta del cellulare T280, un terminale mobile tri banda GSM/GPRS con browser WAP e porta IrDA. Terminale ricco di funzionalità caratterizzato da dimensioni e peso non troppo contenuti. Qualche tempo fa, avevamo posto alla vostra attenzione un particolare prodotto della taiwanese ECS. Si trattava dell'I-Buddie 4 della serie DeskNote, un PC dalla forma e dimensioni simili a quelle di un notebook, la cui caratteristica principale è rappresentata dall'assenza della batteria. Questa particolarità fa sì che sistemi di questo tipo possano rappresentare la soluzione ideale per coloro i quali non avendo lo spazio per un pc desktop e relativo monitor (CRT o TFT poco importa) e non potendo permettersi un pc Notebook, necessitino comunque di un sistema che fornisca prestazioni medio-alte.

Della stessa serie DeskNote fa parte il prodotto che recensiremo in questo articolo, l'i-Buddie XP che monta al suo interno la CPU AMD Athlon 1500+. La serie DeskNote comprende altri prodotti che vediamo ora brevemente:A questo proposito possiamo trovare differenti notebook basati su filosofie progettuali ben diverse: prodotti entry level in cui l'obiettivo è fornire un portatile dalle prestazioni discrete, ma ad un prezzo vantaggioso; un segmento dedicato agli ultra portatili, il cui bacino di utenza è una clientela sempre in viaggio con il fedele amico tecnologico, le cui esigenze in termini di prestazionali non sono esasperate. A completare la gamma vi sono poi una serie di prodotti caratterizzati da soluzioni tecnologiche molto ricercate, componenti estremamente potenti ed in grado di sostituire anche postazioni di lavoro desktop; l'utenza di questi ultimi prodotti è generalemente costituita da professionisti che richiedono al notebook elevate prestazioni e sono disposti ad accettare qualche compromesso per ciò che concerne dimensioni e peso.

Il modello che intendo porre alla vostra attenzione appartiene alla gamma di prodotti che Asus ha riservato alla propria clientela professionale estremamente esigente. Il notebook è infatti dotato di processore Pentium 4 Mobile da 1.7Ghz, la massima espressione di potenza nel settore notebook. A questa potente cpu sono stati abbinati vari dispositivi ed il risultato è un notebook ad elevate prestazioni e completo sotto vari punti di vista.Il portatile GEO Prodigy 850, recensito in questo articolo, è un prodotto dalle performance indubbiamente interessanti, dotato di un processore P4 non mobile operante alla frequenza di 1.8 GHz e di chip grafico ATi Radeon Mobility. Completano la dotazione 256 Mb di SDRAM PC-133, Hard Disk da 20 GB e lettore ottico DVD 8X.Recensito in questo articolo un prodotto della casa statunitense Motorola. Si tratta del cellulare V60, un terminale mobile tri banda con compatibilità GPRS dal design particolarmente elegante, con copertura in alluminio e classica costruzione di tipo "bivalve" e provvisto di un comodo display grafico esterno. Il Computex 2002 di Taipei ha chiuso i propri battenti da meno di 2 ore, ma l'atmosfera che si respira è ancora improntata al caos assoluto; se a questo aggiungiamo l'incredibile caldo di questi giorni, con la pioggia che ha alzato ulteriormente il tasso di umidità, capirete perché abbia l'impressione di essere in un altro mondo, non solo geograficamente ma anche psichicamente ;)

RIcordate come nella giornata di ieri vi abbia parlato, nel report dal Computex, dei problemi che ATI ha incontrato con i primi sample di scheda R300? Quest'oggi, al padiglione Intel, mi sono imbattuto in questa curiosa scritta; ovviamente la scheda era montata in un case chiuso e, a rigor di logica, l'unico chip AGP 8x che ATI produrrà è proprio il famigerato R300.Il notebook è equipaggiato con un performante processore Pentium 4 Mobile, a cui Fujitsu-Siemens ha voluto abbinare un ottimo sottosistema video: il Radeon 7500 mobility.Per capire meglio in quale segnento di mercato vuole collocarsi il Lifebook E7010, facciamo una rapida panoramica dell'offerta di Fujitsu Siemens:In questo articolo sarà recensito un prodotto della casa finlandese Nokia: il modello 6310. Questo cellulare si presenta come il naturale successore del 6210 e configurandosi, di conseguenza, come un prodotto destinato principalmente all'utenza business.

Il mercato dei personal computer sta conoscendo una stagione piuttosto particolare: a fronte di un diminuito interesse verso le soluzioni desktop stanno prendendo piede in modo sempre più evidente i personal computer portatili, scelti nella maggioranza dei casi in quanto meno ingombranti di una soluzione desktop e non per effettive necessità di trasporto. Questo fenomeno si sviluppa in modo parallelo ad un altro trend, quello che vede i processori Intel Pentium 4 come sempre più utilizzati nei sistemi notebook.Come noto, Intel ha rilasciato ad inizio Marzo 2002 la nuova serie di processori Pentium 4-M, specificamente pensati per l'impiego in sistemi notebook: per un'analisi tecnica dettagliata si rimanda a questo articolo. La particolarità di questi processori è quella di offrire buone prestazioni velocistiche in abbinamento a varie funzionalità di risparmio energetico; spesso, però, questo si ripercuote sul costo d'acquisto, fattore che raggiunge livelli estremamente elevati in queste cpu. Per poter abbinare elevate prestazioni velocistiche a costo contenuto numerosi produttori di notebook, alcuni dei quali importanti OEM internazionali, hanno scelto di sviluppare serie di notebook basati su processori Intel Pentium 4, nelle tradizionali versioni per sistem,i Desktop. Questa soluzione si rende possibile grazie alla presenza di cpu basate sul nuovo Core Northwood a 0.13 micron, introdotto da Intel lo scorso mese di Gennaio e dotato di 512 Kbytes di cache L2.

  1. http://dovendosi.mee.nu/
  2. http://www.kiwibox.com/dovendosi/blog
  3. http://akkusmarkt.blogs.lalibre.be/

Views: 5

Comment

You need to be a member of FaceBookHitList.com to add comments!

Join FaceBookHitList.com

© 2017   Created by Ron.   Powered by

Badges  |  Report an Issue  |  Terms of Service