_

FaceBookHitList.com

Always Free To Place a Hit On Someone

_  

Il chipset nForce2 Ultra 400 è stato lanciato recentemente per offrire supporto agli ultimi processori AMD Athlon XP con core Barton operanti alla frequenza di bus di 400MHz. In questo modo Shuttle dimostra di essere al passo con i tempi, proponendo una soluzione particolarmente performante nel caratteristico formato compatto, che rende ideali questi sistemi per impieghi maggiormente orientati all'entertainment. La versione del chipset utilizzato per questo modello è sprovvista di sistema video integrato, ed è necessario, quindi, ricorrere ad una scheda video aggiuntiva. E' invece presente il controller audio Realtek ALC650, che governa il sistema audio compatibile Dolby Digital 5.1.La scelta di non integrare sottosistema video ha permesso a Shuttle di proporre il nuovo barebone ad un costo d'acquisto inferiore a quello del modello SN41G2, orientando questa soluzione specificamente agli utenti più appassionati che vogliono abbinare la praticità di un Barebone alla potenza di calcolo delle più recenti schede video 3D.

Nella gamma Aspire troviamo soluzioni con processore AMD Athlon XP, Intel Celeron e Pentium 4; per i prodotti Travelmate, esclusi alcuni desktop replacement, sono generalmente utilizzate soluzioni specifiche per l'ambito mobile come il Pentium 4 M ed il nuovissimo Pentium M. Tra i Travelmate troviamo diversi prodotti con architettura Centrino.Il prodotto oggetto del nostro articolo è l'Aspire 1310 che appartiene alla fascia consumer ed è uno dei prodotti più vantaggiosi del listino Acer, avremo quindi la possibilità di valutare le reali potenzialità di una soluzione entry level.Sempre più spesso viene dedicata grande attenzione alle ultime novità in campo hardware, all' ultima cpu rilasciata da Intel o AMD, alla nuova versione di MS Windows Server oppure alle nuove tecnologie per i dispositivi portatili. Poco importanza viene data agli accessori presenti sulla scrivania che consentono un comodo ed ergonomico utilizzo del personal computer.

Generalmente sono prodotti tecnicamente meno interessanti rispetto ad un nuovo processore o una nuova tecnologia, ma sono di fondamentale importanza per mantanere alta la produttività e risolvere qualche inconveniente legato allo spazio disponibile sulla scrivania.In questa recensione analizzeremo alcuni accessori da scrivania presenti sul mercato, modelli di vari produttori ed appartenenti in alcuni casi a differenti fasce di prezzo.Iniziamo il nostro viaggio analizzando le tastiere, accessorio assai importante per gli utenti che utilizzano il pc per parecchie ore al giorno e che hanno la necessità di digitare parecchio e per tempi prolungati.Per questo genere di utenti una tastiera tradizionale è certamente poco adatta ed il mercato propone soluzioni molto avanzate, in cui l'ergonomia è stata ben valutata e le funzionalità disponibili sono mediamente elevate. Queste tastiere, oltre ad un tocco ben calibrato e preciso, sono realizzate con materiali gradevoli al tatto ed offrono una gran quantità di pulsanti per accedere con immediatezza alle funzioni più utilizzate del sistema operativo; mi riferisco ad esempio alle opzioni di ricerca, all'accesso rapido al browser web ed al mail client, ai pulsanti per comandare il player multimediale ed il volume audio.

Tali funzionalità sono strettamente legate al sistema operativo utilizzato e generalmente sono ben supportate in sistemi con Microsoft Windows 2000, XP ed in alcuni modelli di tastiera anche Mac OsX. Purtroppo gli utenti Linux non potranno completamente apprezzare tutte le funzionalità, anche se con Gnome 2.2 i risultati non sono stati drammatici!Un altro aspetto non del tutto trascurabile e comune ai prodotti in prova è il riconoscimento del dispositivo usb al boot; quasi tutto l'hardware oggi disponibile è in grado di effettuare tale riconoscimento, senza necessità di avviare il sistema operativo; utilizzando però una scheda madre non proprio recente è consigliabile verificare le impostazioni del Bios in merito a tale problema ed eventualmente tenere a portata di mano una tradizionale tastiera con connettore ps2 che ci permetterà di effettuare eventuali operazioni di manutenzione straordinaria.

In questa recensione andremo a presentare una prodotto di Hewlett Packard, il portatile HP Pavilion ze4354EA. Si tratta di una soluzione equipaggiata con CPU AMD Athlon XP m 2400+, operante alla frequenza effettiva di 1,8GHz, dotazione di 512MB di memoria DDR e soluzione integrata ATi IGP320M che sfrutta, per il versante del sottosistema video, 64MB di memoria condivisa.Ovviamente, per sistemi con queste caratteristiche, la ricerca di dimensioni e peso contenuti passa in secondo piano e, con essa, anche l'agevole portabilità. Il notebook che proporremo alla vostra attenzione, rappresenta di più una soluzione ideale per coloro i quali necessitano di una postazione di lavoro fissa e che magari non hanno lo spazio necessario per poter permettersi un sistema desktop oppure che preferiscono aver sempre a portata di mano il proprio strumento di lavoro.

ECS, uno dei 4 principali produttori taiwanesi di schede madri, non è nuovo a soluzioni innovative; poco più di un anno fa ha introdotto sul mercato il concetto di Desknote, sistema notebook sprovvisto di batteria pensato per trasportare ovunque il proprio computer ma senza l'ingombro e i costi della batteria di alimentazione. Il proporre novità fuori dagli schemi sembra, per molti versi, una sorta di marchi di fabbrica per ECS; giusto qualche mese fa il produttore taiwanese aveva integrato un'intera scheda video in una propria scheda madre Socket A, mentre al Cebit di Hannover ha esposto schede madri con integrato sul PCB addirittura anche il processore.Lo scorso anno, sulle pagine di Hardware Upgrade, sono stati recensiti due distinti modelli di Desknote E-Buddie: il primo, a questo indirizzo, basato su processore Intel Pentium 4 e il secondo, a quest'altro, su cpu AMD Athlon XP. Il mercato ha positivamente risposto alla proposta di ECS, anche se il successo dei Desknote è stata inferiore alle previsioni iniziali a vantaggio di notebook più classici.

Al Cebit 2003, lo scorso mese di Marzo, ECS ha mostrato il primo prototipo di mini Barebone EZ-Buddie, in prova in queste pagine; si tratta di un mini-PC pensato sia per un utilizzo da ufficio che domestico, al pari dell'E-Buddie dotato di alimentatore esterno al Case. Con dimensioni complessive molto ridotte e un layout differente dai classici Case Micro-ATX, EX-Buddie rappresenta un buon compromesso tra potenza di calcolo e facilità di posizionamento su una scrivania, con alcune soluzioni accessorie che lo rendono ulteriormente interessante.ECS propone l'EZ-Buddie in versione per cpu Intel Pentium 4 e per processori AMD Athlon XP; in prova in queste pagine vi è il primo modello, dotato di scheda madre con chipset SiS 651 e memoria DDR333. Questa soluzione integra sottosistema video on board, adatto ad applicazioni 2D e a 3D base, ma grazie alla presenza di uno Slot AGP può essere adattato ad utilizzo quale piattaforma di gioco, abbinandovi una scheda video 3D di adeguata potenza.

Presentato lo scorso 15 Aprile, il chipset Intel 875P Canterwood è il primo per processori Pentium 4 a supportare ufficialmente la frequenza di bus Quad Pumped di 800 Mhz, in abbinamento a controller memoria Dual Channel DDR400. L'introduzione di questa nuova piattaforma rappresenta per molti versi un vero e proprio punto di svolta: con le nuove cpu a 800 Mhz di bus Intel non solo ha aumentato il proprio livello prestazionale assoluto, ma ha anche sancito l'ufficialità dello standard DDR400 per le memorie DDR, sino a pochi mesi fa disponibili sul mercato ma non ratificate dal Jedec.Le memorie DDR400, grazie al chipset Canterwood e al modello Springdale atteso al debutto nelle prossime settimane, stanno conoscendo una notevole diffusione non solo tra gli utenti più appassionati, ma anche tra coloro che ricercano sistemi ad elevate prestazioni ma preferiscono restare allineati agli standard ufficialmente riconosciuti. Il prossimo rilascio di nuove versioni di cpu Pentium 4 basate sulla frequenza di bus di 800 Mhz, con modelli a partire dalla frequenza di clock di 2,4 Ghz, garantirà inoltre un'ulteriore diffusione delle piattaforme Canterwood: alla luce dei primi test di overclocking effettuati su queste cpu pare sin d'ora chiaro che il processore 2,4C si candidi a diventare un nuovo riferimento per gli utenti più appassionati, grazie alla relativa facilità con la quale può essere portato a 3 Ghz di clock con schede madri 875P.

In queste pagine sono state analizzate le prime schede madri Socket 478 basate su questo chipset ad essere giunte in redazione; si tratta dei modelli Abit IC7-G, Asus P4C800 Deluxe, Chaintech 9CJS Zenith e Intel D875PBZ. La dotazione accessoria base di queste schede è estremamente ricca, in quanto tutte pensate per un utilizzo in workstation o in sistemi desktop ad elevate prestazioni, anche se le differenze tra le impostazioni in alcuni casi sono rimarcabili.A qualche tempo dal rilascio ufficiale della tecnologia Intel Centrino, vogliamo proporre un articolo in cui analizzeremo varie soluzioni disponibili sul mercato, alcune di esse fondamentalmente simili, altre caratterizzate da particolarità specifiche.Emergerà ad esempio la capacità di alcuni brand nel prediligere le performance ed il 3D, magari a discapito dell'autonomia; scelta diametramente opposta per altri produttori che hanno posto il focus su autonomia, design e compattezza.

Come di consueto proporremo una descrizione dei singoli prodotti, cercando di comunicare le impressioni d'uso avute nel corso di queste settimane di testing. Non possono certo mancare i test prestazionali, in cui abbiamo inserito alcuni tools specifici, che permettono di analizzare alcune particolarità dell'architettura Intel Centrino.In questa recensione andremo ad analizzare una soluzione di fascia alta prodotta da Akura. Si tratta del portatile Pegaso 20, che Akura ha deciso di equipaggiare con un performante processore Intel Pentium 4 desktop operante alla frequenza di 2.667 GHz, dotazione di 512MB di memoria DDR ed il sempre efficace chip video ATi Mobility Radeon 7500.Ovviamente, per sistemi con queste caratteristiche, la ricerca di dimensioni e peso contenuti passa in secondo piano e, con essa, anche l'agevole portabilità. Il notebook che proporremo alla vostra attenzione, va quindi inteso come un sistema desktop replacement in grado di sostituire egregiamente una postazione di lavoro fissa che offre, comunque, possibilità di movimento e non come una piattaforma mobile in senso stretto.

  1. http://support.viralsmods.com/blog/main/2190338/
  2. http://www.mywedding.com/retrouve3/blog.html
  3. http://davydenko.jugem.jp/

Views: 6

Comment

You need to be a member of FaceBookHitList.com to add comments!

Join FaceBookHitList.com

© 2017   Created by Ron.   Powered by

Badges  |  Report an Issue  |  Terms of Service